Approvato il Bilancio 2015

Oltre 1 milione di utile netto reimpiegato per l’89% nel territorio

Investire sul territorio e sostenere la comunità, la BCC Pontassieve continua nella sua missione ed anche per il 2015 presentando un bilancio più che positivo. È questo quello che emerge dall’Assemblea dei Soci della BCC Pontassieve, che si è svolta ieri in una cornice molto particolare: le Cantine Ruffino azienda storica del territorio.
A confermare la forza della Banca del territorio un utile netto di 1.061.241 per il 2015, in crescita rispetto all’anno precedente, nel 2014 infatti era 925.197. Una banca solida, come è stato spiegato durante l’illustrazione del bilancio consuntivo 2015, con un indice di patrimonializzazione di 16,15% contro una media nazionale dell’11,08%, un dato che non può che far stare sereni soci e risparmiatori.
Tra gli altri elementi rilevanti illustrati ai soci anche l’aumento dei correntisti che sono passati dal 14922 del 2014 ai 15.390 del 2015, aumentano anche gli impieghi sul territorio che nel 2015 sono stati 290.000.000 contro i 281.000.000 del 2014. Durante l’illustrazione del bilancio è stato anche segnalato che ben l’89% della raccolta viene reimpiegata sul territorio. È stato, infine illustrato ai soci, il Bilancio Sociale della BCC Pontassieve che ha visto un sostegno economico per le associazioni e iniziative che ammonta a 238.000 euro, da segnare anche un aumento del 4% nel sostegno a volontariato ed assistenza.
“Vorrei innanzitutto fare due ringraziamenti – ha affermato alla conclusione dell’Assemblea il Presidente della BCC Pontassieve Matteo Spanò – uno ai nostri soci che hanno partecipato numerosi a questo appuntamento, dimostrando una grande attenzione nei confronti della nostra Banca ed un ringraziamento alla Ruffino per averci ospitato. Per quanto riguarda il bilancio quest’anno siamo in crescita rispetto al 2014 – prosegue Spanò - si tratta di numeri importanti che permettono alla banca di essere contenta del suo percorso anche in un periodo non facile con una crisi, che speriamo di aver lasciato in parte alle spalle. Vediamo segni di ripresa vediamo nuovi investimenti nei territori da noi serviti sono convinto che questo bilancio dimostri la situazione positivia non solo della banca ma anche della nostra realtà economica”.