A Firenze il primo Festival Nazionale dell’Economia Civile

Firenze 29-31 marzo. Ideato da Federcasse in collaborazione con SEC e NeXt

Firenze e Palazzo Vecchio saranno teatro, dal 29 al 31 marzo, del primo Festival Nazionale dell’Economia Civile.

Ideato da Federcasse e realizzato con la collaborazione di SEC-Scuola di Economia Civile di Loppiano (organizzazione di formazione che unisce docenti di atenei di tutta Italia sui temi dell’economia civile, unico centro di ricerca e studio specializzato in materia) e Next-Nuova Economia per Tutti (rete nazionale di organizzazioni che promuovono l’economia civile, di cui Federcasse è socia), il Festival vuole dare voce alle dinamiche di una società in movimento: a giovani che coniugano profitto e impatto sociale, ad imprenditori campioni nella creazione di valore sostenibile, a comunità che coltivano semi di cambiamento che trasformano la realtà.?

A Firenze si discuterà di economia, lavoro, giovani, innovazione, sviluppo sostenibile, buone pratiche e molto altro, mettendo al centro del discorso sempre le persone e l’ambiente. Partendo dalla convinzione che l’attuale modello di sviluppo – che genera spesso povertà ed esclusione sociale ed economica – sia da ripensare profondamente, il Festival intende promuovere ed alimentare un grande dibattito pubblico su quali soluzioni siano, nell’Italia di oggi e nel resto del mondo, davvero in grado di conseguire il bene comune attraverso soluzioni efficaci e inclusive.

L’Economia Civile, patrimonio culturale del nostro Paese, affonda le sue radici proprio nella Toscana del primo Rinascimento, trovando compiutezza nel pensiero economico di Antonio Genovesi, che nella Napoli della seconda metà del 1700 – titolare della prima cattedra di Economia - teorizzò come il fine ultimo di questa nuova scienza fosse la pubblica felicità, ossia il conseguimento del bene comune.

Il Festival, al quale parteciperanno oltre 80 ospiti nazionali ed internazionali, si articolerà in 15 panel di confronto (nei quali si discuterà naturalmente di economia, ma anche di innovazione, lavoro, sviluppo sostenibile e con approfondimenti specifici sui temi propri della mutualità bancaria e del localismo) e 2 sessioni interattive dedicate a start-up e giovani innovatori.

Tra i relatori attesi (il Programma definitivo del Festival è in via di definizione): Jeffrey Sachs (docente di Politica e Gestione della Salute alla “Columbia University”, Direttore del "The Earth Institute" nello stesso Ateneo); Stefano Zamagni (docente di economia politica all’Università di Bologna ed alla SEC - Scuola di Economia Civile); Leonardo Becchetti (docente di Economia Politica all’Università di Roma Tor Vergata e direttore del comitato tecnico scientifico di NeXt); Stefano Bartolini (docente di Economia della Felicità ed Economia Politica presso l’Università di Siena), Marco Bentivogli (Segretario generale della FIM-CISL); Patrizia Di Dio (Presidente del Gruppo Terziario Donna Nazionale Confcommercio); Maurizio Gardini (Presidente Confcooperative); Vittorio Pelligra (docente di politica economica all’Università di Cagliari); gli atleti Daniele Cassioli e Bebe Vio.

Tra gli ospiti istituzionali, sono attesi i Ministri dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria e dell’Ambiente Sergio Costa; il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti.

www.festivalnazionaleeconomiacivile.it